Salone internazionale del libro di Torino 2018 ♥

Nuovo post per parlarvi della mia esperienza al Salone internazionale del libro di Torino. ♥

Non vedevo l’ora di andarci e l’esperienza è stata magnifica. Quattro anni fa, c’ero andata per la prima volta, ma quest’anno è stato completamente diverso. Ho conosciuto un sacco di persone nuove, lettrici, autrici, blogger e tante altre ancora.

Ho abbracciato gran parte di loro e ci siamo fatte il set fotografico con altre. 

Interessanti anche gli eventi che si tenevano nelle sale adibite agli incontri con gli autori. Purtroppo, c’era troppa gente per poter anche solo valutare l’idea di presenziare.

Sabato 12 Maggio, l’affluenza ha sfiorato le 35.000 persone; insomma, non numeri da poco!

Il Salone internazionale del libro di Torino è la dimostrazione che in Italia ci sono tantissime persone che leggono. ♥

 

 

 

Il dietro le quinte: culi quadrati e ore di viaggio

Il titolo dice già tutto! Ebbene, sì! 

Sono partita da San Donà alle sei del mattino. In macchina: io, mia mamma, il mio papà e il mio bellissimo fidanzato. In pratica, non mi bastava andare in coppia come fanno tutti i comuni mortali! No! Io dovevo contribuire all’affluenza del Salone Internazionale del libro di Torino! 

 

L’entusiasmo maschile per rovinare una foto! 

Il viaggio non è stato pesante come credevo. Ci abbiamo impiegato 4 ore per arrivare, cantando “Britney Spears” e i “The Doors”. ♥

E si vola al salone internazionale del libro di Torino! ☻

Figo. Figo. E figo.

Code.

Libri. Un casino di libri in ogni dove! 

Mi ha fatto immensamente piacere vedere e conoscere tante autrici come me. Mi è piaciuto girovagare negli stand e vedere self e non, impegnate a organizzare le copie e a intrattenere i lettori. In questa avventura, Ilena Secci è stata la mia spalla. Con lei, è impossibile non farsi un sacco di risate.

Abbiamo fatto volantinaggio spietato: ci hanno snobbate, ringraziate e a volte manco considerate. 

Non mi spiego come mai, il mio fidanzato e il mio papà, siano riusciti a distribuire più di 500 segnalibri. Secondo me, è il f ascino maschile! 

 

 

Ho fatto acquisti… E d’altronde come si fa a non comprare? 

Mi sono portata a casa “Di te” di Malia Delrai, girovagado allo stand della Delrai Edizioni.

Poi, ho acquistato “Uno sconosciuto accanto a me” della mia super collega Marilena Barbagallo.

Alle 16.30 io e mamma abbiamo presenziato al firmacopie organizzato dalla Newton Compton… c’era un botto di gente ed è stato bellissimo poter scambiare quattro chiacchere con Marilena, mentre facevo la fila per farmi firmare il suo libro. 

 

E che fai al salone internazionale del libro di Torino, se una foto con Raffaello Avanzini, non la fai?

Eccomi con il boss della mia casa editrice preferita, ovvero la Newton Compton. 

 

 

 

 

Una bellissima esperienza in tutti i sensi. Ogni volta che presenzio a questi eventi, mi rendo sempre più conto di appartenere a questo mondo. In effetti, sono totalmente e irrimediabilmente sua! ♥

Detto questo, vi comunico la mia presenza al RARE di Roma, il 23 Giugno… ormai c’ho preso gusto.

Vi lascio il video della diretta, che purtoppo si è interrotta quasi subito per mancanza di connessione.

Al prossimo articolo, piccoli demoni. Vi devo ancora raccontare la cosa più meravigliosa che mi sia successa! 

 

In diretta dal salone internazionale del libro di Torino ❤💘

Pubblicato da Nicole Teso su sabato 12 maggio 2018

 

 

 

 

1 Commento

  • Clara 16 maggio 2018 (21:45)

    E vaiii ci vedremo anvhe li tesoro😘😘😘